Presentazione: Hostia di Federico Bonadonna
27 novembre 2018

Martedi 4 dicembre 2018 ore 19:30

presentazione del libro

HOSTIA
L’innocenza del male

di Federico Bonadonna
(Round Robin)

con l’autore intervengono:
Valentina Petrini, giornalista e conduttrice Rai
Annamaria Speranza, Facoltà di Medicina  e Psicologia, Sapienza
Sarah Gainsforth, giornalista e attivista     

Libertà è ciò che facciamo di quel che c’è stato fatto. (Jean Paul Sartre)Litorale romano, 1986. Una donna irrompe negli uffici del servizio sociale. Dice che vuole liberarsi di sua figlia Emma di sette anni perché si masturba a sangue. Martino, il giovane psicologo incaricato del caso, scopre le condizioni drammatiche in cui vive la bambina. Ma cosa nasconde il comportamento della piccola? E perché una potente politica impedisce che la minore sia data in affidamento? E poi: cosa lega la vita di Emma e la storia familiare dello psicologo? Per scoprirlo, Martino torna dalla sua psicoanalista e intraprende un viaggio nella terra straniera del suo passato che riporterà alla memoria un abuso mai rivelato.
Le case popolari, il reparto psichiatrico e una galleria di personaggi, vittime e carnefici allo stesso tempo, popolano questo romanzo che, utilizzando lo stile del racconto familiare, del noir e dell’horror, trascina il lettore attraverso una serie di eventi sconvolgenti la cui chiave sarà nell’ultima parola.

Federico Bonadonna ha scritto Il nome del barbone (DeriveApprodi, 2001) da cui Citto Maselli ha tratto il film Civico Zero. Ha lavorato vent’anni nel settore delle politiche sociali. Nel 2015 ha scritto il romanzo La cognizione del potere (Castelvecchi). Dal 2008 vive e lavora all’estero come antropologo, dopo Libano, Siria e Etiopia, ora è in Senegal.